RUBRICA #LBDV – Accadde oggi, la macchina del tempo del Conte Vlad

Condividi

Oggi 13 Agosto, l’inizio di un nuovo giorno, l’inizio di un nuovo viaggio in compagnia del Conte Vlad e della sua macchina del tempo.

13 Agosto 1956 – Nasce a Roma Bruno Giordano ex calciatore, attualmente allenatore di calcio e opinionista televisivo. Dal 1975 al 1992 ha giocato nell’attacco di Lazio, Napoli, Ascoli e Bologna. Con la maglia biancoceleste ha vinto con 19 gol la classifica cannonieri del campionato 1978/79. Con i partenopei ha vinto, nella stagione 1986/87, lo scudetto e la Coppa Italia. In serie A ha segnato 110 reti in 319 incontri (alla fine della stagione 2018/19 è 64° nella classifica marcatori all time). In Nazionale ha totalizzato 13 presenze con un gol. La carriera di allenatore è costellata da incarichi ed esoneri in squadre di serie A e B (come Messina, Pisa, Ternana e Ascoli). Diventato il tecnico del Football Club Tatabánya, squadra ungherese militante in terza divisione, non ha concluso la stagione 2015/16. Nell’ottobre 2016 ha assunto l’incarico di direttore generale del Gragnano, squadra campana militante in serie D.

13 Agosto 2004 – L’Olimpiade torna ad Atene. Dopo 108 anni, con la cerimonia di apertura (ispirata alla divinità greca Apollo), i Giochi Olimpici moderni tornano ad Atene, dove erano nati nel 1896.
Per la prima volta, ai XXVIII Giochi partecipano tutte le nazioni con un comitato olimpico (201). Sono oltre 10.600 gli atleti impegnati in 301 competizioni di 28 sport.

13 Agosto 2008 – La Pellegrini vince il primo oro olimpico femminile. Le Olimpiadi di Pechino 2008 sono entrate nel vivo. La nuotatrice italiana Federica Pellegrini è pronta per compiere l’impresa nella gara dei 200 metri stile libero: vincere la prima medaglia d’oro olimpica per una nuotatrice italiana.  Le otto finaliste partono alla conquista del podio, l’italiana è seconda ai 50 metri ma è prima alla virata dei 100 e così fino alla fine, resistendo alla rincorsa della slovena Sara Isakovič. Il risultato cronometrico conferisce ulteriore importanza alla splendida vittoria: Federica migliora il suo primato, portandolo a 1’54″82 e “costringendo” la slovena a nuotare in 1’54″97, al di sotto quindi del precedente primato. Nel 2009, a marzo e a luglio (Mondiali di Roma), Federica Pellegrini migliora altre tre volte il record sui 200 metri stile libero, fermando il cronometro a 1’52″98, tuttora primato mondiale.

Termina qui il nostro viaggio. A domani per una nuova avventura.