#LBDV – Per James stallo tra Napoli e Real, ora il calciatore vuole conoscere il suo futuro

Condividi

Il Napoli è tornato dagli States e si è tuffato sul mercato senza esitazioni. Due erano gli affari che il club azzurro aveva in caldo: quello legato a Hirving Lozano, per cui è ormai tutto pronto, dopo l’incontro tra Raiola e Aurelio De Laurentiis, l’altro su James Rodríguez, ormai vera e propria telenovela dell’estate azzurra.

L’ “ansia” di Ancelotti

Ancelotti ha smesso di parlare di James, non vuole sentirlo nemmeno nominare, dopo averne caldeggiato l’acquisto, dopo averlo corteggiato e blandito, ottenendo la parola ed un accordo quasi blindato a vestire la maglia del Napoli. L’allenatore ha tradito un certo nervosismo, comunque una certa ansia, per una vicenda che non decolla. Il club azzurro, però, non si schioda dalla proposta iniziale: prestito con diritto di riscatto, magari un obbligo mascherato, dipendente dalle presenze (almeno 20) per dare al Real maggiori garanzie di riscatto, ma non più di questo. Florentino Perez continua a volere solo cash, è disposto anche a concedere ulteriore sconto, dopo esser sceso da 50 a 43 milioni, spingendosi al massimo a 40, ma vuole garanzie di pagamento dal Napoli.

Il summit c’è stato: fumata grigia

Al rientro dalla tournèe americana era previsto un aggiornamento tra le parti, Mendes e Giuntoli si sarebbero sentiti  nella mattinata di oggi e il responso è stato una fumata “grigia”: il Real non si smuove, il Napoli nemmeno. Tutto resta ingessato e congelato, le parti si riaggiorneranno ancora. L’offerta rimane la stessa di un mese fa, di due mesi fa, l’accordo col calciatore c’è da tempo, la volontà di vestire la maglia azzurra rimane intatta, ma l’affare, tuttavia, non si sblocca.

Corsa contro il tempo: James inizia a spazientirsi

A questo punto è una corsa contro il tempo, perché se il Napoli sta tirando la corda,  pure Florentino Perez non scherza: l’Atletico ha preso Rodrigo dal Valencia, spendendo 60 milioni e il Real non ha mai voluto cedere ai rivali cittadini. Altre opzioni al momento non ve ne sono, nemmeno il PSG in trattativa per la cessione di Neymar sarebbe disposto ad accoglierlo, altre outsiders all’orizzonte non se ne vedono, almeno per ora. Bisogna stare all’erta, però, perché calciatori del calibro di James di estimatori ne hanno, parecchi.

Il Napoli, però, se vuole portare a casa James e regalarlo ad Ancelotti dovrà insistere ancora, magari facendo un piccolo passo verso Florentino. Al momento nulla ancora è stato deciso in via definitiva, anche se il tempo inizia a scarseggiare. Ora dipenderà dal Napoli, da Ancelotti, da De Laurentiis, perché è questo il momento di affondare il colpo, anche perché James aveva dato una scadenza alla sua attesa e potrebbe presto ritenersi libero di scegliere altre destinazioni che gli si potrebbero profilare. L’impressione, però è che si andrà ben oltre il 20 agosto, dopo questo nuovo “nulla di fatto”.