#LBDV – Un Boca più europeo: ecco Salvio e De Rossi

Condividi

Spesso quando si parla di calciomercato, ci si concentra principalmente sul resto d’Europa. Eppure, una delle squadre che sta facendo un gran mercato non è per nulla europea. Parliamo, non a caso del Boca Juniors, che sta per chiudere per due grandi calciatori direttamente dal grande continente. Eduardo Salvio, esterno di centrocampo argentino del Benfica, e Daniele De Rossi, ex capitano della Roma, ormai verso la fine della sua carriera.

Due calciatori che, nonostante la loro età, possono regalare ancora sogni e speranze ai propri tifosi. Che nel caso dei boquenses si tratta della Copa Libertadores: trofeo che manca da dodici anni agli xeneizes, tra l’altro soffiato lo scorso anno dai rivali del River Plate.

Ecco perché due giocatori come Salvio e De Rossi, con bagagli ricchi di esperienza internazionale, possono dare tanto a questa squadra. Due acquisti non ancora ufficializzati, ma in dirittura d’arrivo.

SALVIO È GIÀ A BUENOS AIRES

L’esterno argentino del Benfica è già a Buenos Aires, pronto per una nuova avventura. La scorsa stagione El Toto ha avuto pochissimo spazio a causa di un infortunio che lo ha tenuto fermo per tanto tempo. Solo 7 partite, in un’intera stagione, per l’asso delle aguias. Dopo il ritiro di Jonas, ecco che gli Encarnados vedono volare via un altro beniamino, che per lunghi anni ha sudato per quella maglia come pochi. Un Benfica totalmente in ricostruzione: basti pensare agli acquisti di de Tomàs e, a breve, Perin per capire che l’obiettivo della squadra di Vieira è quello di ritornare tra le grandi d’Europa in modo graduale.

CAPITÀN FUTURO SI SCRIVE UGUALE

Anche Daniele De Rossi è vicino all’approdo in maglia gialloblu. Per lui un’avventura diversa, un po’ come una vacanza, o una pausa di riflessione. Nonostante il suo desiderio fosse quello di rimanere in Italia, non a caso ci sono stati molti contatti con la Fiorentina, pare che la “fuga di cervelli” abbia colpito anche lui; un uomo con una mente incredibile, lucida, adatta a gestire il centrocampo di una squadra storica come il Boca. Un club importantissimo per storia e cultura, che nel mondo del calcio ha segnato tanto. Sarà bello vedere Daniele cavalcare i campi della Bombonera, sperando, con la sua amata numero 16.