Roma, Spinazzola: “Ünder mi ha impressionato”

News Roma
Condividi
Tempo di lettura: 2 minuti

Leonardo Spinazzola, neo acquisto della Roma, ha parlato in conferenza stampa di presentazione. Queste le parole dell’esterno, accompagnato dal ds Petrachi.

Comincia la seconda settimana di allenamento a Trigoria, Fonseca vi ha già dato delle indicazioni?
“E’ stata una bella settimana, una settimana di lavoro. Il mister ci ha chiesto subito cosa vuole. Ha dato indicazioni in tutti i ruoli. Piace molto Fonseca perché è bello da vedere e da giocare”.

Ha parlato con Fonseca dell’ipotesi di poter giocare a destra?
“Ho sempre detto che a sinistra mi trovo meglio. Non ho ancora parlato con il mister, ma se c’è la necessità di giocare a destra lo faccio”.

Come ha visto la Roma in questi anni?
“E’ sempre stata una grande piazza. Giocare allo stadio Olimpico è sempre stupendo per i tifosi”.

Ha un senso di rivalsa con la Juventus?
“No, per noi è un lavoro. Giocatori e società fanno delle scelte. La Roma mi cercava da tempo e quando mi è stato detto di fare il protagonista qui, ho deciso di arrivare subito piuttosto che fare un altro anno dietro un giocatore”.

Che differenze ci sono tra qui e la Juventus?
“E’ ancora presto per tirare le somme. Una settimana fa sono venuto qui e ho trovato una grande società e un grande piazza”.

Se dovesse convincere Higuain a venire qui cosa gli direbbe?
“Non posso parlare di giocatore, c’è il direttore ci pensa lui. Sicuramente si sta bene”.

La Roma è un punto di arrivo?
“Le vie del Signore sono infinite. La Roma è una grande squadra. Ogni anno poi società e giocatori tirano le somme e fanno dei bilanci. Già questa stagione ho un sogno e spero si avveri, andare molto in alto. Ci sono anche gli Europei che per noi è una vetrina importante”.

Puntare sugli italiani è la chiave giusta per vincere?
“Il direttore mi ha spiegato il suo progetto e quello della società. Ci sono basi importanti come avere ragazzi giovani e italiani. Vincere è difficile ovunque perché ci sono squadre attrezzate come la Roma o più. Partiamo tutti da zero e il campo ci dirà dove arriveremo”.

Dalla Roma sono andati via Totti e De Rossi, che idea si è fatto?
“Conosco Daniele per la Nazionale, Totti invece non ho avuto la fortuna di conoscerlo se non dieci minuti quest’estate. Sono due leggende, ma da esterno non posso esprimere un parere. Sono contento per Buffon che sia tornato alla Juventus”.

Differenze tra Fonseca, Gasperini e Allegri?
“Mister Fonseca lavora molto come Gasperini. Ho ritrovato delle idee di gioco simili. Allegri è un grande gestore e mi sono trovato molto bene con lui”.

Ci sono giocatori che l’hanno impressionata?
“Under sicuramente. Già lo conoscevo, ma in allenamento mi ha impressionato.