NOVANTUNESIMO MINUTO ROMA – Addio Manolas, mistero Barella. El Shaarawy vola in Cina

Calciomercato Focus On Prima Pagina
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

Se il riassunto delle scorse settimane di calciomercato si apriva con l’ufficialità del DS e finiva nella confusione di trattative e contratti, il nuovo corso parte a mille. Petrachi, finalmente alla luce del sole, non si è fermato un secondo. In pratica il DS ha certificato che nessuno prenderà la Roma per il collo, ma, di fatto, anche che al giusto prezzo nessuno è incedibile.

ADDIO MANOLAS

La notizia più dolorosa è naturalmente la cessione definitiva di Manolas al Napoli. In quest’ottica il club azzurro ha offerto le prestazioni sportive di Diawara, vecchio pallino di Sabatini; regista di qualità e quantità che, nonostante le poche presenze azzurre, va a rinforzare un già valente centrocampo. Ufficializzato il guineano, Petrachi ha concluso anche lo scambio con la Juventus Spinazzola-Luca Pellegrini: i giallorossi perdono un giovane prospetto tra i più interessanti del panorama italiano, ma acquistano un terzino sinistro 26enne di sicuro rendimento. La Roma non ha tempo di aspettare.

Per sostituire il centrale greco i giallorossi sono di nuovo fortissimi su Mancini dell’Atalanta (20-25 milioni la valutazione), mentre sembra scemato l’entusiasmo per Bartra del Betis. Nelle ultime ore si è registrato forte l’interesse per il belga Alderweireld, con possibile intercessione di Baldini. Sempre forte la linea Torino: abbandonato il troppo caro Izzo, fresco di rinnovo, Lyanco è stato superato da Nkoulu, esperto e roccioso centrale; valutazione intorno ai 30 milioni, ma con la possibilità di inserimento di Perotti.

Per la porta, dato in uscita Olsen a breve, è intanto atterrato a Fiumicino Pau Lopez, portiere del Betis, bravo coi piedi e nelle uscite basse. Poco conosciuto, ma più che le prestazioni sono le cifre a portare domande; venti milioni più bonus e percentuale sulla vendita di Sanabria: quasi trenta, in totale.

BRACCIO DI FERRO NERAZZURRO

Intrighi tra Roma e Milano. Le voci di una richiesta dei giallorossi per D’Ambrosio, uniti all’annuncio di Petrachi sulla cedibilità anche di Florenzi, avevano fatto tremare i tifosi; l’acquisto di Lazaro, però, potrebbe stemperare i timori, poiché difficilmente il terzino di Vitinia si muoverebbe per altra destinazione.

Affare Dzeko bloccato, non c’e’ ancora incontro sulle cifre: il bosniaco ha da tempo accettato l’offerta meneghina, ma i soldi rimediati inaspettatamente da Pellegrini e dalle piccole operazioni russe (Ponce e il portiere Romagnoli), hanno tolto l’urgenza alla Roma. Niente sconti.

Ma il vero braccio di ferro è stato per Barella: la Roma ha offerto 35 milioni più Defrel, quindi i 50 milioni chiesti dal Cagliari. Il presidente Giulini ha accettato l’offerta, dato anche che l’Inter non si è più fatta sentire, ma le carte in tavola sono cambiante, e l’Inter pare pronta a chiudere per il centrocampista. Motivo per il quale è ancora viva la pista Veretout: la Roma ha l’offerta migliore e il francese vuole l’Italia. Occhio, però, a Milan e Napoli.

ASSE ROMA-JUVENTUS

Sembra incredibile ma le due società si muovono parallele in questo mercato. Dopo lo scambio lampo tra terzini, la Juventus starebbe cercando di convincere Higuain a trasferirsi alla Roma. L’attaccante non è convinto né della destinazione né della formula del prestito; attraverso il fratello agente, fa sapere che in Italia giocherà solo nella Juventus. Trattativa complicata ma non impossibile, in quanto gli elogi di Petrachi sembrano aver risvegliato l’orgoglio del Pipita.

CINA PIGLIA TUTTO

Dopo un tira e molla di alcuni giorni, El Shaarawy ha detto si allo Shangai: inizialmente aveva rifiutato i 15 milioni per tre anni, ma alla fine il Faraone ha ceduto e la Roma ha incassato quanto richiesto (16 milioni più bonus).

Piccolo spunto di opinione mi sia concesso: se si fosse fatto un sondaggio sui due migliori giocatori nella disastrosa stagione giallorossa, ci sarebbe stato un testa a testa tra Manolas e El Shaarawy…i due sono stati i primi ad essere venduti, quindi cambiano i DS ma non le strategie.

Ora le piste più attendibili per sostituire l’esterno sono Taison dello Shakhtar Donetsk e Brahimi del Porto. Poco più di una sensazione l’interesse del Real Madrid per Kluivert.

ALTRE STORIE

Una formalità ormai il rinnovo per Lorenzo Pellegrini con aumento e cancellazione della clausola, mentre nei giorni scorsi si sarebbero dovuti incontrare Petrachi con l’agente di Zaniolo; le parole del DS, però, avrebbero innervosito il giovane nazionale e la Juventus è alla finestra. Difficilmente piazzabili Marcano, Pastore e il “ribelle” Nzonzi, quest’ultimo comunque oggetto di attenzione in Francia e in Turchia. Poco probabile ma suggestivo il ritorno di Strootman da Marsiglia, con lo stesso Nzonzi pedina di scambio. Gerson, dopo aver rifiutato la Dinamo Mosca, è vicino al Flamengo: potrebbe profilarsi uno scambio col dfiensore Rodrigo Caio. Interesse del Fenerbahce per Kolarov, ma il serbo dovrebbe restare e non è escluso un suo impiego da centrale.

Infine, Massimo Manara è stato individuato come nuovo medico sociale della A.S. Roma e Baldissoni rinnoverà il suo incarico di vice Presidente fino al 2022.