RUBRICA #LBDV – Accadde oggi, la macchina del tempo del Conte Vlad

Focus On Vetrina
Condividi
Tempo di lettura: 2 minuti

Oggi 4 Giugno, l’inizio di un nuovo giorno, l’inizio di un nuovo viaggio in compagnia del Conte Vlad e della sua macchina del tempo.

4 Giugno 1961 – La radio, prima della televisione e di qualsiasi altro dispositivo ancora più moderno, è stata per decenni incontrastata regina dei pomeriggi domenicali degli sportivi italiani. Soprattutto di coloro che giocavano la mitica schedina del Totocalcio. Con una durata che è stata modificata nel corso degli anni, “Tutto il calcio minuto per minuto” ha raccontato agli italiani le gesta calcistiche di centinaia di giocatori, suscitando passioni ed emozioni. A Catania, quel giorno, i Campioni d’Europa dell’Internazionale scendono in campo, consapevoli di essere ancora in corsa per lo scudetto, ma il risultato finale è incredibilmente favorevole ai padroni di casa che giocano nello stadio Cibali del capoluogo etneo. Il 2-0 suscita nel radiocronista l’affermazione: “Clamoroso al Cibali”.

Ameri, Ciotti, Provenzali, Bortoluzzi dallo studio centrale, sono le voci che sono impresse nelle menti di diverse generazioni. Il giornalista Enrico Ameri sempre li, collegato dal campo principale e, di conseguenza, spesso interrotto dagli aggiornamenti dei colleghi: “Scusa Ameri”, una locuzione che poi è entrata nel lessico comune. “Clamoroso al Cibali”, “Scusa Ameri”, frasi entrate nella storia di questo sport, frasi che avevano un’anima vera, come il calcio del passato.

4 Giugno 1991 – Nasce a Napoli, il capitano partenope Lorenzo Insigne. Lorenzo debutta in Serie A il 24 gennaio del 2010, quando Walter Mazzarri lo getto nella mischia nella partita contro il Livorno. Mandato in prestito a fare le ossa, approda prima ne Foggia e poi nel Pescara. In denominatore comune delle due esperienze porta il nome di Zdeněk Zeman. Il suo vero maestro colui che lo fece esplodere e che consegno, dalla stagione 2012/13, al Napoli, uno degli esterni più forti d’Europa.

Termina qui il nostro viaggio. A domani per una nuova avventura.