Empoli – Torino 4-1, le pagelle motivate

Condividi

Diamo i voti ai calciatori del match delle 15 tra Empoli e Torino.

EMPOLI

Bartlomiej DRAGOWSKI 7: straordinario l’intervento con cui chiude la saracinesca alla sforbiciata di Belotti nel primo tempo. Nella ripresa dice “No” anche a De Silvestri e Zaza. Prezioso.

Domenico MAIETTA 7: straordinaria prestazione difensiva. Non solo in marcatura ma, soprattutto, nel gioco di anticipo. E dire che deve ancora smaltire interamente i postumi di un infortunio muscolare. Dà tutto quello che ha e il pubblico del “Castellani” gli tributa la standing ovation.

Dal 77′ Frédéric Veseli 6,5: subito pimpante, soprattutto nel partecipare all’inesauribile spinta offensiva empolese.

Matias SILVESTRE 7: dalle sue parti non passa uno spillo. C’è un intervento che lo vede protagonista e che fa da “sliding doors” del match: sull’1-1, sbarra la trada a Falque dopo una veloce triangolazione con Baselli.

Cristian DELL’ORCO 6,5: ha un cliente scomodissimo, un certo De Silvestri, ce da metà secondo tempo in avanti, contiene alla perfezione.

Giovanni DI LORENZO 8: laterale meraviglioso. Fa impazzire il dirimpettaio granata Ola Aina e due difensori di comprovata esperienza come Izzo e Moretti, andando pure a segno con gol rubato al repertorio di un bomber consumato. Quello contro il Torino è il 4° centro in campionato per l’ex Reggina, Matera e Cuneo. Il classe ’93 di Castelnuovo Garfagnana, ora, può davvero sognare la Nazionale.

Hamed Junior TRAORE 7,5: straordinario lavoro in fase nevralgica. Ha 19 anni ma la personalità di un veterano: surclassa i dirimpettai granata dando ampio appoggio alla linea difensiva empolese.

Dal 92′ Leonardo Capezzi: sv.

Ismaël BENNACER 7: a centrocampo recupera e ripulisce una quantità industriale di palloni.

Afriyie ACQUAH 7: generosissimo a metà campo, ha il merito di aver sbloccato la partita ben servito da Pajac. Subisce un colpo, nel corso del secondo tempo, che lo costringe ad abbandonare il campo.

Dal 64′ Matto Brighi 7: suona la carica al suo Empoli andando a segno dopo soli 29 secondi dal suo ingresso in campo. E’ la segnatura più veloce da subentrate in questo campionato di Serie A. Niente male per il centrocampista dalle 38 primavere…

Marko PAJAC 7,5: due assist vincenti (per Acquah e Di Loenzo) e tantissima qualità lungo l’out di sinistra. E’ tra i grandi protagonisti del trionfo empolese.

Diego FARIAS 7: si danna l’anima là davanti e meriterebbe il gol, che però non arriva. Tuttavia, il suo lavoro è inestimabile: le sue finte, le sue progressioni e le sue conclusioni dalla distanza tengono sotto scacco l’intera retroguardia granata.

Francesco CAPUTO 6,5: a fine partita trova il modo di andare a segno nonostante una prestazione un po’ in sordina. Tipico, insomma, dei grandi bomber.

TORINO

Salvatore SIRIGU 6: subisce 4 reti, vero, ma più vote fa in modo che il passivo non prenda proporzioni smisurate.

Armando IZZO 5,5: spesso si immola generosamente sulle ripetute conclusioni empolesi, ma finisce per lasciare campo a un certo Di Lorenzo, che si mette a fare il bello e il cattivo tempo.

Nicolas NKOULOU 5,5: protagonista di ottimi anticipi difensivi che, tuttavia, non impediscono al punteggio di diventare sempre più rotondo.

Emiliano MORETTI 4,5: lento e compassato. Il brio offensivo empolese lo rivolta come un calzino.

Lorenzo DE SILVESTRI 6,5: mette al centro almeno quattro succulenti palle gol. Sulla destra fa ampiamente il suo dovere per almeno un’ora di gioco.

Soualiho MEITE 5: troppi palloni persi a metà campo. Pomeriggio opaco e contraddistinto dalle imprecisioni.

Dal 68′ Simone Zaza 6: entra bene in partita ma sbatte contro il “muro Dragowski”.

Tomas RINCON 5: distratto a centrocampo, lascia troppe porte aperte agli avversari.

Ola AINA 4: peggiore in campo sotto ogni punto di vista. Surclassato da Di Lorenzo sulla fascia di competenza, regala a Pajac il pallone che porterà alla rete di Acquah.

Dal 53′ Iago Falque 7: ritorno al gol in trasferta per Iago Falque, che in Serie A non segnava lontano dallo stadio “Olimpico-Grande-Torino” da novembre e la partita era quella di Marassi contro la Sampdoria. In generale, rianima momentaneamente un Toro apparso fin lì privo di idee.

Daniele BASELLI 6: almeno ci prova dalla distanza e dialoga bene con Iago Falque. Il miglior Baselli, tuttavia, è ben distante da quello visto oggi pomeriggio.

Dal 78′ Sasa Lukic: sv.

Alex BERENGUER 5: fa scena muta sulla trequarti. Zero idee e zero giocte.

Andrea BELOTTI 6,5: ci prova davvero in tutti i modi. Solo la sfortuna e un monumentale Dragowski gli impediscono di andare a segno.