Udinese – Spal 3-2, le pagelle motivate

Condividi

Diamo i voti ai calciatori dell’anticipo di sabato alle 15 tra Udinese e Spal.

UDINESE

Juan MUSSO 6 – Diversamente da altre occasioni, non si mette in mostra. Superato senza colpe da Petagna prima e da Valoti poi.

Sebastien DE MAIO 5,5 – Un po’ in confusione nel secondo tempo, nel quale rischia di servire a Kurtic la palla del 3-3.

William TROOST-EKONG 5,5 – Nessun errore da matita blu, ma è troppo facile da saltare in dribbling: Petagna va a segno, poi Antenucci sfiora il pari.

SAMIR 6,5 – Si traveste da attaccante, andando a segnare la rete del vantaggio. In difesa ha maggiori preoccupazioni, specialmente quando la SPAL torna in partita.

Jens STRYGER-LARSEN 7 – Per un tempo intero sfoggia una meravigliosa intesa con D’Alessandro, interscambiando la posizione col compagno e penetrando a profusione in area. Cala nella ripresa.

Rolando MANDRAGORA 5 – Inizia da mezzala accentrando la propria posizione dopo l’uscita di Sandro, ma è molto impreciso. Non una grande prestazione.

SANDRO s.v. (dal 16′ Marco D’ALESSANDRO 7 – Entra a mille, incendiando la fascia destra in collaborazione con Larsen. Come il danese, frena il proprio impeto dopo un gran primo tempo)

Rodrigo DE PAUL 7,5 – Ha una qualità superiore a quella di compagni e avversari e per un tempo intero la mette in mostra. Suoi tutti gli assist per i gol friulani.

Marvin ZEEGELAAR 5,5 – Quando sfonda sa far male, ma dietro soffre Lazzari, che lo mette più volte in difficoltà. Sovrastato da Valoti nell’azione del secondo gol spallino.

Stefano OKAKA 7,5 – Mortifero quando stacca di testa: è così che batte per due volte Musso, portando l’Udinese sul momentaneo 3-0. Lavora di fisico e gioca con intelligenza. Prestazione monumentale (dal 90′ Lukasz TEODORCZYK s.v.)

Kevin LASAGNA 5,5 – Piccola nota stonata dell’Udinese. Fa ammonire Vicari, ma poi è sempre frenetico e impreciso. Ha un paio di occasioni per segnare, ma le manca (dal 61′ Ignacio PUSSETTO 5,5 – Lotta, ma fa più confusione che altro)

SPAL

Alfred GOMIS 5,5 – Tre tiri dell’Udinese e tre gol, senza che lui faccia nulla per evitare il secondo e il terzo. Rientro tra i pali amaro.

Thiago CIONEK 5 – Parte in ritardo su Samir, che lo brucia andando a realizzare la rete del vantaggio friulano. Un calo di concentrazione fatale.

Francesco VICARI 4,5 – Viene ammonito dopo pochissimi minuti e si perde la marcatura di Okaka in entrambe le reti firmate dal centravanti di casa. Pomeriggio da dimenticare (dal 70′ Marko JANKOVIC 5,5 – Viene ammonito una prima volta e rischia l’espulsione. Non un grande impatto sul match)

Kevin BONIFAZI 5,5 – Spesso avanza la propria posizione partecipando all’azione offensiva, ma per tutta la prima frazione patisce le incursioni di Larsen e D’Alessandro.

Manuel LAZZARI 6 – Non sempre preciso al cross, ma è uno di quelli che non si danno mai per vinti neppure sotto di tre gol. Lodevole.

Mattia VALOTI 6,5 – Battagliero anche nel peggior momento della SPAL. Viene premiato dal gol che riapre completamente ogni discorso (dal 77′ Alberto PALOSCHI s.v.)

Alessandro MURGIA 5 – In grande sofferenza nel primo tempo, leggermente più vivo dopo l’intervallo. In ogni caso, sbaglia parecchio e non ha troppa voce in capitolo.

Jasmin KURTIC 6,5 – Si rifiuta di svolgere il compitino, punta l’uomo, tenta di portare un tocco di fantasia all’azione spallina, ma predica spesso nel deserto. Serve a Valoti la palla del 3-2, poi sfiora il pari.

Mohamed FARES 6 – Effettua più di un cross tagliente e insidioso, ma senza mai trovare compagni in area. Soffre Larsen e D’Alessandro, ma non demorde.

Andrea PETAGNA 7 – Si prende la responsabilità e firma un gran gol, riportando la SPAL in partita. Già nel primo tempo aveva sfiorato la rete per una questione di centimetri.

Sergio FLOCCARI 5 – Si getta su tutti i palloni alti che piovono in area, ma senza creare pericoli. Esce a metà ripresa (dal 63′ Mirko ANTENUCCI 6 – Porta maggiore peso offensivo e negli ultimi secondi va vicino al pari)