#ESCLUSIVA #LBDV – Juventus, ieri contatto Agnelli – Deschamps: è lui il prescelto del presidente

Calciomercato Juventus News Vetrina
Condividi
Tempo di lettura: 2 minuti

Max Allegri e la Juventus, che futuro si prospetta all’orizzonte? Il tema è caldo e tiene banco in casa bianconera. Allegri si gioca gran parte del suo futuro il 12 marzo contro l’Atletico Madrid, con il tentativo di provare l’impresa per non rischiare una clamorosa eliminazione agli ottavi di Champions League. Ma a prescindere questo, Allegri riflette sul suo futuro. Indicative in questo senso le sue dichiarazioni prima del match di domenica scorsa contro il Napoli: “A fine stagione parlerò con Agnelli e decideremo se proseguire insieme o meno“. Dunque un futuro, come dicevamo, per niente scontato e tutto da decifrare.

E’ proprio in questo senso che la dirigenza juventina si è già attivata per sondare i possibili successori del buon Max. Ad oggi possiamo dirvi, secondo le notizie in nostro possesso, che Andrea Agnelli ha un prescelto, un nome su tutti. Si tratta di Didier Deschamps, ex calciatore della vecchia signora e che già in passato ha allenato la Juventus del post Calciopoli, nell’annata 2006 – 07, riportandola in Serie A dopo il campionato trascorso in serie cadetta. All’epoca il francese lasciò causa divergenze con la vecchia dirigenza. Per lui si tratterebbe di un ritorno dunque. Ed a quanto pare, sembra ci sia stato un contatto telefonico tra i due proprio nella giornata di ieri, con Didier che si è detto entusiasta dell’opportunità prospettatagli dallo stesso Agnelli.

Attualmente il tecnico è il CT della nazionale francese, con contratto in scadenza nel 2020. Ma va aggiunto, ad avvalorare la tesi, che c’è un gentlemen’s agreement proprio tra Didier e la Francia sancito dopo la vittoria del mondiale di Russia del 2018, con la possibilità di liberarsi dal contratto in essere in caso di chiamata di una squadra di club che ha il gradimento dello stesso Deschamps.

Andrea dal canto suo, è convinto che Didier possa far bene, in un ambiente da lui già conosciuto e soprattutto in un campionato già vissuto in passato, portando con se anche quel bagaglio di esperienza internazionale accumulata in questi anni sulla panchina della Francia, con cui ha vinto anche un mondiale.

Sullo sfondo, resta comunque il nome di un altro ex dal passato bianconero, ovvero Zinedine Zidane. Quest’ultimo invece, viene caldeggiato soprattutto da Fabio Paratici e Pavel Nedved. Una cosa a questo punto appare quasi certa. La Juventus potrebbe ripartire dal passato, ovvero da colori i quali sono entrati di diritto nella storia bianconera. Due campioni del passato, proseguendo lungo la scia dei tanti successi ottenuti sempre all’ombra della mole, sponda bianconera.