Frosinone‚ Baroni: “È stata una partita attenta”

Condividi

Il tecnico del Frosinone‚ Baroni ha commentato la partita contro il Genoa‚ terminata 0-0 che ha regalato 1 punto ad entrambe le squadre. Ecco le sue parole:

Sulla prestazione “eroica” della squadra:“E’ stata una partita attenta, la squadra è partita molto bene secondo me. Fino all’inferiorità numerica siamo stati bene in campo creando presupposti per andare in vantaggio. Dopo l’espulsione la squadra è rimasta abbastanza compatta, siamo riusciti a mantenere le due punte con equilibrio. E’ chiaro che, con l’avanzare della gara, le energie sono venute meno e abbiamo fatto fare la partita al Genoa che non volevamo cioè farci schiacciare sotto la loro gradinata con i cross. E’ stata una scelta di non prendere filtranti dentro ma giocarci qualche cross; la squadra è stata attenta e non voleva prendere gol. Questo per noi è importante vedendo contro la Roma come abbiamo regalato il gol. Noi ci crediamo e vogliamo giocarcela fino in fondo”.

Su Molinaro e Paganini: “È una sfida che ho lanciato a Molinaro. Quando sono arrivato non stava facendo bene, io ho cercato di riaccenderlo nell’orgoglio. Vogliamo giocatori di spessore e che sanno giocare il pallone. Nelle ultime settimane si è allenato bene e in campo ha fatto il suo. E’ un giocatore che può dare molto a questa squadra. Paganini molto bene perché rientrava da un infortunio. Mi sembra ingeneroso fare nomi perché tutti sono andati oltre, anche chi è entrato”.

Sull’espulsione di Cassata :“Francesco è un ragazzo giovane e che deve credere in sé stesso perchè può fare una bella carriera. Ha dentro di sé questo calcio intraprendente e a volte lo porta a non saper gestire delle situazioni. Devo dire la verità senza fare polemiche, forse il rosso diretto mi sembra eccessivo, mi sembra un’entrata da doppio giallo. Detto questo, bisogna saper gestire le partite con un giallo addosso dopo i primi minuti”.

Sul punto importante per la classifica: “Per noi è fondamentale perchè io ho sempre chiesto alla squadra le prestazioni. Nelle ultime settimane le abbiamo fatte ma non sempre hanno portato punti, come con la Roma. Oggi c’è stata la volontà da parte di tutti di sacrificarsi per il risultato. Dobbiamo fare risultato anche in casa perché questo campionato passa dalle nostre mani”.