Leicester, tre nomi per la panchina

Condividi

Come ormai è risaputo, il Leicester ha esonerato il proprio tecnico, Claude Puel. La squadra è stata affidata, almeno fino alla fine del campionato, a due membri dello staff: Mike Stowell, preparatore dei portieri, e Adam Sadler, che si occupa di analisi tattica. Cruciale l’ultima sconfitta, pesante, contro il Crystal Palace (4-1) che gli è costata il posto; per le Foxes, è la sesta sconfitta in sette partite di Premier League.

Attualmente, la società è alla ricerca del prossimo tecnico del Leicester, che possa risollevare la squadra dal momento negativo; dopo vari sondaggi, sono tre i profili più interessanti che rimbalzano dalle varie testate:

RAFA BENITEZ – Attuale tecnico del Leicester, Benitez ha un curriculum di tutto rispetto: due volte campione di Spagna, una volta campione d’Europa – Champions League con il Liverpool -, due volte vincitore della Supercoppa Italiana, una volta di Coppa Italia, una volta d’Inghilterra e così via; i titoli di Benitez non si contano facilmente, così come le squadre da lui allenate: Chelsea, Real Madrid, Napoli, Inter, Liverpool e Valencia le più blasonate. Dopo aver spesso utilizzato in carriera il 4-2-3-1, attualmente preferisce il 4-4-1-1, dovuto anche alle caratteristiche dei giocatori del Newcastle. Ma proprio il suo contratto con gli inglesi blocca il suo passaggio immediato alle Foxes, tanto da considerarlo di sicuro un’opzione per giugno.

BRENDAN RODGERS – Più giovane ma meno titolato di Benitez; Brendan Rodgers è l’irlandese per eccellenza, e in Scozia ha trovato la sua fortuna come allenatore. Due titoli di campionato, due coppe e due supercoppe, tutte nel paese di Lochness. Il suo passato ha toccato anche l’Inghilterra: Reading, Swansea Watford e Liverpool le società che lo hanno ingaggiato. Dal 2016 è tecnico del Glasgow Rangers, che mette in campo con un tipico 4-2-3-1 offensivo.  Proprio come Benitez, è una possibile opzione per giugno.

SAM ALLARDYCE – L’unico svincolato tra i tre: l’ultimo team di Sam Allardyce è stato l’Everton, che ha allenato fino al maggio del 2018. Da quasi un anno quindi fermo, ma con tanta voglia di riprendere le redini di una squadra. Nessun titolo, per lui, ma comunque viene considerato un possibile prossimo tecnico del Leicester. Vantaggio per lui: potrebbe ereditare anche in corso la panchina della Foxes.