Juventus, Nedved: “Rimasto dopo calciopoli per senso di responsabilità”

Calciomercato Juventus News
Condividi
Tempo di lettura: < 1 minuto

Attraverso il Telegraph, il vicepresidente della Juventus Pavel Nedvev è tornato sull’argomento Calciopoli.  Parole di fedeltà da parte sua nei confronti della vecchia signora. Ecco le sue dichiarazioni:

Mi è sempre stata posta questa domanda, se fosse difficile o meno rimanere in quel momento critico, e la mia risposta è sempre stata no. In realtà è stato facile rimanere. Gli altri giocatori che hanno preso la stessa decisione hanno pensato lo stesso, cioè: cosa sarebbe successo se avessimo lasciato tutti il ​​club? Abbiamo deciso di rimanere perché abbiamo sentito la responsabilità (di nuovo quella parola) di tornare al club esattamente ciò che avevamo ricevuto. Il club ci ha creduto, quindi è stato il momento giusto per ricambiare. Ecco perché è stato facile. Ho sempre apprezzato il calcio inglese e la Premier League, mi è sempre piaciuto. Il mio agente ebbe alcune offerte e sono sempre stato un grande sostenitore del Manchester United e Sir Alex Ferguson, in particolare, in quel momento. Erano certamente uno dei nostri più grandi avversari e anche una grande fonte di ispirazione, guida e desiderio. Ferguson ha realizzato grandi cose, cose senza precedenti e non so se nessun altro in futuro riuscirà a ottenere quello che ha fatto“.