Napoli – Torino 0-0, trionfa la poca concretezza

Prima Pagina SERIE A
Condividi
Tempo di lettura: 2 minuti

Turno serale per Napoli e Torino, che si sono affrontate alle 20.30 al San Paolo, per la ventiquattresima giornata di Serie A. Gli uomini di Ancelotti erano chiamati a seguire la striscia di vittorie della Juventus, per cercare di rimanere attaccati alla capolista; i granata a vincere, così da potersi avvicinare maggiormente alle posizioni europee.

Il primo tempo è difatti in mano alla squadra azzurra. Più volte i partenopei arrivano davanti alla porta di Sirigu, senza però mai trovare il vantaggio; male Milik, più volte chiamato in causa dai compagni ma mai decisivo. Il Napoli controlla il match, non offrendo al Torino il modo di ripartire pericolosamente; solo negli ultimi minuti del primo tempo, gli uomini di Mazzarri riescono a farsi vedere in avanti: l’occasione più nitida sui piedi di Rincon, che non riesce a ribattere in porta un pallone svirgolato dalla difesa partenopea su calcio d’angolo. Termina così il primo tempo, senza altri grandi sussulti: 0-0, tante occasioni ma nessun goal.

La seconda frazione di gioco comincia a ritmi più lenti, ma le offensive non mancano da entrambe le parti. Al 51′ è il Napoli ad impensierire seriamente Sirigu, con Fabian Ruiz che prova a piazzare da fuori area. Il pallone, diretto all’angolino, è salvato in angolo dal portiere granata. E’ sempre il Napoli a fare gioco, ma come il primo tempo i partenopei non riescono a trovare la soluzione vincente. Tempo di cambi: nel Torino entrano Baselli e Meité, rispettivamente per Berenguer e Rincon; nel Napoli, Verdi per Fabian Ruiz e Mertens per Callejon. Al 67′ altra occasione per il Napoli: da posizione defilata, Milik tenta un tiro forte; di riflesso, Sirigu si fa trovare pronto.

Sono nuovamente i partenopei ad attaccare, al 73′: il centravanti polacco serve Insigne, ma il neo capitano azzurro, dopo un ottimo tiro d’interno, prende il palo. Anche il Torino, sporadicamente, si fa vedere avanti, ma non impensierendo Ospina.; al 87′ il pallone carambola sui piedi di Belotti, che tuttavia viene chiuso dalla difesa partenoepa: solo angolo per i granata, gestito poi dal portiere colombiano del Napoli.

Nei minuti di recupero, anche momento VAR: Belotti, in ripartenza, non vince il contrasto con Malcuit, e cade trascinando Allan con sé; Fabbri, confuso dalla carambola, espelle il centrocampista brasiliano, ma la decisione viene corretta dal VAR. La partita termina senza altri sussulti, con uno 0-0, che non accontenta nessuna delle due squadre.