ESCLUSIVA #LBDV: Intervista col Vampiro, abbiamo incontrato il ‘nostro’ Vlad – Tutte le ultime novità di mercato e un consiglio per noi

Calciomercato Fiorentina Focus On Inter Juventus Milan Napoli Prima Pagina
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

Ci ha concesso un’intervista, lo abbiamo stanato al tramonto, tra le luci fioche dei vicoli di Trastevere e lo struscio tra i baretti del centro, nel miasma ubriacante di festeggiamenti e drink. Abbiamo incontrato proprio lui,  il “Conte Vlad”, con discrezione ed anche un pizzico di mistero, perché chi scrive qui sopra non è detto che conosca direttamente colui che ha ispirato il progetto de Le Bombe di Vlad.

Abito scuro, volto vissuto e segnato dal tempo, occhi neri e vispi ed un certo charme tipico di quegli uomini di mondo da cui sai già che imparerai qualcosa, anche solo ascoltandolo. Era chiaro lo scopo dell’incontro e le nostre domande sono state oneste e dirette.

Come va, sta seguendo la creatura che lei ha ispirato (parliamo di noi ndr)?

Mi piace molto il progetto, lo seguo da vicino… Siete forti, siete in ottime mani. Mi dà noia che qualche personaggio di dubbia moralità possa attaccare una redazione di giovani seri come voi, che ci mettete passione e competenza. Volate alto, chi sta nella melma rimanga pure nella melma…

Conte, che mercato di gennaio sarà?

“Il solito, niente di veramente importante. Pochissimi movimenti, i giocatori importanti resteranno dove sono, sarà difficile che qualcuno faccia qualcosa di importante. Roma e Milan faranno qualcosa, perché devono, ma poca roba”

Partiamo dalla Juventus…

“Loro sono bravi a pianificare gli interventi mesi prima, con Ramsey hanno un accordo, ma non è ancora fatta al 100 % perché la procura del calciatore spinge per altre mete. Ma la Juve sta pensando a due calciatori in particolare per l’estate, un difensore ed un centrocampista.”

Chi sono?

“Uno è Kostas Manolas, che partirà a giugno da Roma, vedrete. L’altro è Paul Pogba che potrebbe davvero tornare a Torino. Ha promesso alla società che avrebbe spinto per la cessione, bisognerà vedere cosa è cambiato con l’addio di Mourinho. La Juventus farà un sacrificio importante, forse Pjanic ma sono cose ancora premature in questo momento. Cristiano Ronaldo, intanto, cerca di convincere qualcuno dei ‘suoi’ a raggiungerlo…”

Marcelo?

“Non solo lui…”

E il Napoli? Abbiamo tanti lettori azzurri, curiosi di sapere…

“Che volete che vi dica, il Napoli ha iniziato un percorso lungo con Ancelotti. Quest’anno servirà per capire dove migliorare, ma il Napoli non sconfesserà la sua politica. Giovani, talentuosi, prospettiva importante, Top si diventa a Castelvolturno. Carlo è convinto di poter portare lo scudetto a Napoli in tre anni”

Nomi per il Napoli?

“Quelli che sentite sono autentici. Il proprietario del Napoli ha un debole per Chiesa e Barella, dipendesse da lui avrebbe già chiuso le due operazioni. Sono due mesi che fa recapitare offerte a Della Valle e Giulini. Potrebbero essere i nuovi Callejòn ed Allan… L’Inter e la Juventus si metteranno di traverso, ma il Napoli sta facendo di tutto per avvantaggiarsi. Su Chiesa è già avanti…Su Barella è in linea di sorpasso. Vedremo… Sarà un Napoli fortissimo”

E Cavani? (ghigno e smorfia di fastidio del Conte)

“Avete visto quanto casino hanno fatto alcune mie dichiarazioni di questa estate? Su Cavani non ho niente da dire, tutti sanno quello che è successo quest’estate ormai. Non voglio tornarci sopra. Il Napoli punta forte su Milik… Rinnoverà. Il Napoli punta anche su Allan, su Zielinski, su Koulibaly, il  calciatore che, a sorpresa, potrebbe partire invece è Insigne, che so che è molto seguito in Inghilterra. Ma dovesse succedere il Napoli investirà tutto su tre calciatori giovani e fortissimi, in giro ci sono attaccanti forti. Mertens e Hamsik andranno via… Hysaj anche. Il Napoli deve ricostruire senza sfaldarsi.”

A Roma che succede?

“Se non mettono la pietra per lo stadio difficilmente il progetto decollerà. La proprietà americana è molto stizzita, probabilmente lascerà partire Manolas a giugno e continuerà sulla politica fin qui portata avanti. Però la Roma ha molti agganci con procure importanti, Monchi ha messo gli occhi su Tonali, Andersen, Mancini dell’Atalanta e sogna De Ligt, grazie a Raiola.”

Ultima domanda: Inter e Milan?

“Proprietà ricchissima, attenzione ai nerazzurri, sono loro il club con più margini di crescita veloce nei prossimi due anni. La Juventus dovrebbe guardarsi dall’Inter… A giugno scoprirete anche perché…”

Nessuna chicca? Almeno un nome…

“Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano…(sorride, ndr)

E i rossoneri?

“Higuain a giugno torna dal suo Maestro, lo avevo già annunciato. Sarri lo aspetta a braccia aperte. Ma il Milan se non risolve il problema con l’Uefa potrà far poco. Per Milinkovic-Savic siamo alle solite, accordo con lui c’è. Per convincere Lotito serve tanto, forse il Milan metterà sul piatto Locatelli e Borini per la Lazio, se Borini non va via prima”

La nostra breve intervista al Conte finisce qua, per ora, ma, salutandolo,  gli abbiamo strappato una promessa, ne faremo altre perché con lui è un piacere parlare, anche di cose che non è possibile scrivere sulle pagine di un sito, anche di aspetti legati al calcio e non solo al mercato.

Lui alza il calice e brinda a noi, poi si allontana di spalle e si perde nella folla. Siamo sicuri che tornerà, ce lo ha promesso.