Boca Juniors, le parole di Tevez e Benedetto

Condividi

Gli eventi accaduti ieri a Buenos Aires – l’assalto al bus del Boca Juniors – hanno scosso il mondo del calcio, ed hanno tirato a sé tantissime polemiche. Opinionisti, media, testate e tifosi, tutti hanno condannato il folle gesto di alcuni facinorosi che hanno causato il rinvio del ‘Superclasico’.

Anche Carlos Tevez e Dario Benedetto hanno voluto dire la loro. Piuttosto critiche, le loro parole, nei confronti dei facinorosi, ma ancora di più verso la Conmebol, che ha deciso di non sospendere il match.

All’uscita dagli spogliatoi, prima il ‘Pipa’ Benedetto ha dichiarato: “La dessero direttamente al River la Coppa, visto che ha tanto potere nella Conmebol“.

http://

A seguire, anche Carlos Tevez ha rilanciato le accuse del suo compagno di squadra, con parole ancora più dure. All’uscita dal Monumental, ha così dichiarato: “A questo punto potevano dare direttamente la Coppa al River, tanto è questo quello che vogliono. Se fosse successa la stessa cosa a parti invertite, come in effetti successe nel 2015, ci avrebbero dato partita persa a tavolino. Il medico che giudicò quell’occasione – anche in quell’occasione, spray urticanti nei confronti dei giocatori del River all’ingresso della Bombonera; conseguente vittoria a tavolino per i biancorossi, ndr – è lo stesso che ci ha visitato oggi, non capisco la differenza. Allora non potevano giocare, adesso sì; non capisco la differenza”.

http://

Il clima non è per nulla disteso, in quel di Buenos Aires.