Napoli, l’asso nella manica arriva dalla Germania

Condividi

L’asso nella manica di Giuntoli e De Laurentiis si chiama Luka Jovic. E’ l’attaccante dell’Eintracht Francoforte che a soli 20 anni sta stupendo l’intera Bundesliga. Finora 7 reti realizzate per lui nel campionato tedesco, 5 in una sola partita, dopo essere arrivato in prestito dal Benfica. Il club di Francoforte per l’acquisto del serbo ha un’opzione con diritto di riscatto e ha già pagato ai portoghesi 200mila euro per il prestito oneroso di questa stagione. Pochi, considerando quello che sta facendo l’attaccante e non solo sotto il profilo dei numeri. E il Benfica si sta mordendo le mani, perché una punta con questo rendimento non ce l’ha nella sua rosa attuale e non si aspettava un’esplosione immediata dell’attaccante serbo, ex giovanili della Stella Rossa di Belgrado. Ancelotti avrebbe già preso visione del giovane calciatore. Ciò che piace al Napoli non è soltanto la vena realizzativa del calciatore. Jovic, alto 181 cm, può giocare sia da prima punta che da esterno nel 4-3-3, sistema di gioco che utilizza l’Eintracht. Il serbo, quindi, potrebbe giocare anche in attacco con compagni dalle più svariate caratteristiche, giganti come Milik o piccoletti come Insigne e Mertens. Il Napoli, insomma, ci sta facendo più di un pensierino e già alcuni filmati sarebbero stati sottoposti ad Ancelotti. L’ostacolo, a questo punto, sarebbe rappresentato dalla plusvalenza che l’Eintracht intende realizzare nel momento in cui eserciterà il diritto di riscatto dal Benfica.