Fiorentina, Dragowski: “Per la Viola ho rifiutato la Premier”

Condividi

Il portiere della Fiorentina, Dragowski, dopo il rinnovo del contratto, fino al 2023, manifesta tutta la sua gioia in conferenza stampa: “Sono molto contento, non arriva niente per caso, alla fine è il mister a decidere chi è il titolare. Cercherò di soddisfare tutti perché mi hanno dato fiducia, abbiamo rinnovato il contratto e farò di tutto per questa squadra. Se ho pensato di andarmene? Ho sempre sentito la fiducia, voglio fare una grande stagione con la Fiorentina e mi sto preparando meglio che posso. Offerte inglesi? Si ho avuto delle proposte, il mercato è questo ma sono molto contento di stare qui. Terracciano? Credo che Pietro sia importante per la mia crescita ed anche per quella di Brancolini, gioca da tanto e ci aiuterà con la sua esperienza. Anche a 30 anni puoi crescere come portiere. Commisso? Il presidente mi ha detto che devo parare bene (ride ndr). La parata su Vlahovic ad Empoli? Dusan era molto arrabbiato. Contro l’Inter nell’ultima giornata in maglia Empoli? Speravo nella vittoria viola ma ero concentrato a far bene. Andare prima in prestito per giocare? Sono stato contento di andare ad Empoli per giocare, ho fatto una buona stagione e penso a dimostrare il mio valore. Sczeczny più forte di me? Si, devo lavorare per arrivare al suo livello so di avere un bel potenziale ma devo crescere ancora. Nuova regola su i rinvii? Quando esce una nuova regola ci alleniamo in modo specifico. Difficile dire quanto inciderà, in amichevole non c’è pressione. Cosa mi chiedeva Andreazzoli? Beh in realtà l’importante è che io pari. Qui devo stare più concentrato perché tocco meno palloni arriveranno meno tiri. Fiducia di Pioli? Non voglio guardare indietro… Ora posso giocare quindi non penso al passato, sono felice adesso. Lafont? È forte. Io lavoravo ogni giorno per giocare, ma alla fine decide il mister. Zurkowski? Lo conosco dalla Nazionale, è talentuoso. Corre tantissimo, sono convinto che farà bene qui”.