#LBDV – Juventus a lavoro, primo allenamento per Sarri

Condividi

Vacanze finite per i Campioni d’Italia. Si ritorna al lavoro per una dura preparazione estiva sotto la nuova guida tecnica affidata a Maurizio Sarri. Ieri mattina, infatti, i bianconeri si sono ritrovati alla Continassa. La squadra si è poi spostata al JMedical per sostenere le visite mediche di idoneità. Nella struttura bianconera si sono presentati: Leonardo Bonucci, Federico Bernardeschi, Emre Can, Miralem Pjanic, Daniele Rugani, Mario Mandzukic, Joao Cancelo, Sami Khedira, Mario Mandzukic e Gonzalo Higuain. Sono poi rientrati nel pomeriggio alla Continassa dove hanno trovato: Carlo Pinsoglio, Gigi Buffon, Wojciech Szczesny, Mattia Perin, Aaron Ramsey, Adrien Rabiot e Douglas Costa che avevano già sostenuto i controlli medici nei giorni scorsi.

METODO SARRI – Primo allenamento, quindi, per la Juventus, ma soprattutto esordio assoluto per il nuovo tecnico Maurizio Sarri. Tanta la curiosità per vedere il tecnico all’opera e dopo una prima parte di lavoro atletico la squadra ha svolto subito degli esercizi con il pallone e infine i giocatori hanno disputato la classica partitella. Non hanno preso parte alla sessione Douglas Costa, Szczesny, Perin, Pjaca, Khedira e Ramsey. Oggi i bianconeri proseguiranno la preparazione svolgendo una doppia sessione, mattutina e pomeridiana.

LE ASSENZE – In campo, oltre ai 20 giocatori della prima squadra, sono andati anche 13 giocatori dell’Under 23. Assenza forzate, invece, per Blaise Matuidi e Cristiano Ronaldo che stanno godendo di qualche giorno di riposo extra. Entrambi riprenderanno ad allenarsi sabato 13 luglio. Mentre i sudamericani Juan Cuadrado, Paulo Dybala, Alex Sandro e Rodrigo Bentancur sono attesi per fine mese. Oltre a loro arriveranno anche Moise Kean e Luca Pellegrini.

POCO TEMPO – Solo a fine luglio mister Sarri potrà contare sull’intero organico per sperimentare appieno moduli, tattiche, strategie. Inoltre, c’è la possibilità che a questo gruppo già molto folto si aggreghi qualche nuovo acquisto e, contemporaneamente, lo stesso si sfoltisca degli esuberi.