Napoli, Ghoulam: ” Adesso mi sento un leader”

Condividi

Direttamente da Dimaro, in occasione del ritiro del Napoli, l’esterno azzurro Faouzi Ghoulamha parlato a Sky Sport di alcune situazioni riguardanti la formazione partenopea.

La rinuncia a disputare la Coppa d’Africa con l’Algeria? 

“E’ stata una scelta difficile per me, la gente sa l’attaccamento che ho per la nazionale. E’ stata una decisione non facile ma necessaria, avevo bisogno di ritrovare le giuste sensazioni in campo e fuori. Avevo bisogno di una buona preparazione”.

Ti senti leader a Napoli? 

“Ho vissuto anni importanti qui, anche con calciatori e grandi leader come Reina. Si tratta di gente che ti dà valori, che permettono di trasmetterli agli altri giovani. Mi sono trovato bene con questa gente, voglio dare del mio per far crescere la squadra e i giovani che sono qui”.

L’arrivo di Manolas? 

“Koulibaly era già tra i migliori in Italia e in Europa. Con Manolas sarà una grande coppia, poi sarà il campo a parlare”.

Sarri intanto è andato alla Juventus. 

“Con lui abbiamo trascorso tre anni meravigliosi, poi è arrivato un altro grande tecnico come Ancelotti. Sarà un avversario come gli altri, è come Higuain quando andò alla Juve. Noi guardiamo il nostro percorso, bisogna andare avanti. Dobbiamo dare tutto, la gente lo merita. Abbiamo un grande mister, il club sta crescendo tantissimo in questi ultimi anni. Noi sul campo dobbiamo rispettare la società”.

James? 

“Abbiamo Mertens e Insigne, che sono tra i migliori in Europa. Bisogna essere orgogliosi, poi se il club e il mister decidono di prendere altri calciatori forti è solo un aspetto positivo. Noi dobbiamo giocare e pensare al campo. C’è grande attaccamento tra la squadra e questa maglia, è una cosa unica“.