#LBDV – Suso ed il Milan sempre più lontani

Condividi

Ieri a Casa Milan c’è stato l’incontro tra Alessandro Lucci, procuratore di Suso e la nuova dirigenza rossonera capitanata da Paolo Maldini. Con l’agente dello spagnolo, Leonardo aveva interrotto i contatti a causa delle richieste troppo alte per il rinnovo del contratto. Richieste che, però, sono state confermate anche durante la riunione di ieri. Il procuratore ha chiesto un rinnovo del contratto a 6.5 milioni a stagione con la conseguente eliminazione della clausola rescissoria di 38milioni. Troppi secondo la società di via Turati che ha fatto sapere al procuratore che qualora dovessero arrivare offerte anche inferiori al valore della clausola il club le prenderà in considerazione.

Suso, quindi,  è il primo giocatore nella lista delle cessioni che il Milan potrebbe mettere a bilancio nelle prossime settimane. I rossoneri devono vendere per avvicinarsi alle pretese del regolamento del fair play finanziario e considerando i piani tattici di Giampaolo, l’attaccante è il primo indiziato per l’addio. Lucci sta proponendo il giocatore sia in Premier che in Liga e al momento la squadra più interessata sembra essere l‘Atletico Madrid. I Colchoneros, però, al momento, restano a guardare e aspettano l’evolversi del mercato con la consapevolezza di non voler fare follie per portare lo spagnolo a Madrid. Il futuro di Suso, quindi,  è ancora tutto da scrivere, ma in questo momento sembra essere sempre più lontano da Milano.