NOVANTUNESIMO MINUTO ROMA – Primi approcci di mercato, tra cessioni ed idee future

Condividi

Settimane concitate le ultime sulla sponda giallorossa del Tevere, ma che vedono la firma dell’allenatore portoghese Paulo Fonseca. Apre i battenti la stagione di mercato.

Chi esce

Le decisioni immediate riguarderanno le ce.ssioni, data la necessità al 30 giugno, di far fronte al FPF con circa quaranta milioni. In quest’ottica è  caldo l’asse Roma-Inter: Conte sembra intenzionato a fare la spesa a Trigoria; praticamente concluso da mesi l’accordo con Dzeko, ma ballano le cifre e soprattutto le eventuali contropartite: i nerazzurri non vorrebbero ripetere l’errore Zaniolo cedendo Pinamonti; anche Kolarov è profilo gradito, ma prima dovrebbe rescindere il contratto.

Chiesto anche El Shaarawy, pista difficile, da prendere in considerazione se non arrivasse il rinnovo, mentre quasi impossibile Florenzi, ma è comunque da monitorare dato il caos presente a Trigoria.

L’altro candidato ad accasarsi altrove sarebbe Manolas: il greco è molto stimato da Sarri e la clausola di trentasei milioni è appetibile per un difensore così forte.  Juve e Milan hanno invece sondato con Raiola la disponibilità di Luca Pellegrini; rimane da monitorare la situazione di Zaniolo, ancora senza rinnovo, su cui bianconeri e alcuni club inglesi hanno messo gli occhi.

Respinte al mittente alcune offerte inglesi per Under, basse rispetto alla valutazione di circa 40-50 milioni. Sicuro partente Olsen, (per lui ipotesi oltremanica), mentre verrà trattenuto Mirante (voluto dal Parma).

Chi entra

Per le entrate forte sarà la volontà di Fonseca, ma intanto il DS Petrachi sonda delle vecchie conoscenze: oltre a Sirigu per la porta, ci sono il vecchio pallino Izzo, oppure Nkoulu per la difesa; interesse anche per Lyanco, mentre suggestiva sarebbe la pista Belotti.

In i giallorossi cercano anche Cragno che, fresco di rinnovo, avrebbe un costo proibitivo, ed è stato proposto Perin dalla Juve (per Zaniolo). Sempre per il talentino si parla di inserimenti anche di Cuadrado o di Higuain (trattative complesse).

Poco meno fantascientifici il ritorno di Nainggolan e soprattutto Icardi. Fonseca potrebbe portare Ismaily e Marcos Antonio, terzino sinistro e centrocampista dello Shakthar, oltre al  centrale Duarte, del Deportivo La Coruna. Petrachi poi starebbe lavorando anche sul difensore Verissimo e su Veretout della Fiorentina. Barella e Tonali sono profili monitorati da mesi, ma il cartellino di entrambi sembra eccessivo per le attuali casse giallorosse.

Da considerare infine la situazione dei rientranti con cui la Roma potrebbe raccogliere una cifra interessante da reinvestire: Gonalons, Peres, Ponce, Gerson e Defrel (gli ultimi due in orbita Bologna del neo DS Sabatini). Ultima curiosità su De Rossi: il centrocampista di Ostia ha l’accordo con i Los Angeles FC.