NOVANTUNESIMO MINUTO LIGA – Barça e Real scatenate, l’Atletico attende: il punto di mercato

Condividi

La finestra estiva di calciomercato è già aperta di fatto per tutti i Campionati Europei, in Spagna si fa sul serio e già molti sono i colpi ufficiali, soprattutto per le big. Vediamoli insieme:

Real Madrid

Una vera e propria rivoluzione in casa Real: nemmeno il tecnico Zidane è certissimo del posto (alcuni rumors ne mettono in dubbio la permanenza), ma il mercato dei Blancos già è ad altissimi livelli dopo una stagione molto deludente (gli Zero Tituli a Madrid sono una vera e propria “Jattura”).

Ci saranno quindi grandi acquisti, con una spesa che già si aggira sui trecento milioni (e continuerà a salire, non di poco). Molti saranno i giovani, che rendono bene l’idea di un cambio generazionale importante:

Luka Jovic, ventuno anni, stella prima del Benfica e poi dell’Eintracht Francoforte, ben ventisette reti stagionali (e sei assist), costato ben 60 MILIONI (quasi 70 con i bonus).

Eder Militao, difensore brasiliano del Porto, anche lui ventunenne, che andrà a rinforzare il reparto difensivo, aggiungendosi a Sergio Ramos (che ha deciso di rimanere, rinviando al mittente le sirene cinesi) e Varane. 50 MILIONI spesi per lui.

Rodrygo del Santos, diciotto anni, altro baby talento brasiliano, come Vinicius; ala sinistra. 45 MILIONI.

Ferland Mendy, terzino ventitreenne del Lione, il post Marcelo (che non è certo della permanenza quest’anno). 50 MILIONI (per lui un improvviso supplemento di visite).

Ultimo colpo in ordine temporale Hazard (100 MILIONI al Chelsea, oltre trenta di bonus, non tutti facilmente raggiungibili). Ma il belga non sarà l’ultimo acquisto: sul taccuino ci sono da tempo anche Christian Eriksen e Paul Pogba.

Le nuove norme su FPF impongono un massimo disavanzo di 100 milioni tra acquisti e cessioni nella sessione di mercato. E se ne spendessero circa quattrocento, come ovviare?

Su fronte partenze il Real ha molti assi nella manica. Ecco l’elenco completo :

Keylor Navas, Reguilòn, Marcelo, Kovacic, De Tomàs, Theo Hernandez, Ceballos, Nacho, James Rodriguez, Borja Majoral, Marcos Llorente, Lucas Vasquez i quasi sicuri partenti, non escludendo cessioni eccellenti come quella di Isco e Mariano Diaz.

Barcellona

I Campioni di Spagna, con Valverde prima fatto fuori e poi reintegrato, saranno meno aggressivi, ma con almeno due colpi importanti e un mercato ancora in divenire, in cui non saranno esclusi colpi di scena.

Frankie De Jong, giocatore di livello superiore, il fiore all’occhiello dall’Ajax. 75 Milioni all’Ajax, battendo sul tempo la concorrenza.

Emerson, venti anni, terzino destro dell’Atletico Mineiro, per lui 12 milioni.

Qualcosa si è incassato anche in uscita: ventuno milioni dal Dortmund per il riscatto di Pablo Alcacer. Il terzino sinistro Cucurella, per il quale l’Eibar ha esercitato il riscatto a due milioni (ma il Barca ha tempo sino al 30 giugno per la “recompra”). Murillo e Boateng non verranno riscattati e tornano al Valencia e al Sassuolo.

Tanti gli obiettivi, su tutti De Ligt (ci sono anche Psg, Manchester United e Liverpool sul giovane talento dell’Ajax) e Griezmann, sui quali però ci sono anche (di nuovo) i francesi.

Occhio anche a Rodrigo e Ben Yedder.

In uscita: Andrè Gomes, Denis Suarez (già in prestito prima all’Everton e poi all’Arsenal),  Semedo, ma anche Malcom e Dembele non sono per niente sicuri della permanenza.

Atletico Madrid

Molto da fare sul mercato per Simeone:

Le entrate dalle cessioni sono alte: Lucas Hernandez, ottanta milioni al Bayern Monaco, Gelson Martins riscattato dal Monaco, Vietto allo Sporting Lisbona (sette milioni e mezzo), Mensah al Kaiserispor tre milioni, ma soprattutto la partenza di Griezmann, per oltre cento milioni, con l’ufficialità al Barcellona data per fatta e non ancora arrivata e il PSG in agguato.

Non dimentichiamoci Godin , a parametro zero all’Inter, già sostituito con l’esperto Felipe (trent’anni dal Porto)

L’Atletico ha per ora sopperito prendendo a parametro zero Hector Herrera, sempre dal Porto (uno che con Simeone ci sta proprio bene).

I terzini sono la priorità della società, con Juanfran arrivato al capolinea (svincolato) e Filipe Luis in procinto di lasciare il club. Molti i nomi che circolano, su tutti Semedo del Barcellona, Hysaj e Trippier.

L’Atletico ha ricevuto una offerta di settanta milioni dal City per la stella Rodri, mentre in attacco ci potrebbe essere rivoluzione, con Vitolo, Kalinic e forse anche Diego Costa in partenza.

L’acquisto a sorpresa è già arrivato:  è Nico Ibanez, argentino, ventiquattro anni, gioca nel San Luis in Messico; dieci reti in tredici partite per ora nel campionato messicano, affare fatto, manca solo l’ufficialità.

Nel mirino anche un centravanti: Rodrigo, Cavani e Icardi i nomi più caldi.

Valencia

La squadra di Marcelino ha avuto una seconda parte di stagione super. Dai bassifondi della classifica alla semifinale di EL sino al raggiungimento dell’obiettivo Champions e alla Coppa del Re. Un cammino che è andato ben oltre ogni aspettativa.

Da contraltare lo scandalo scommesse e il FPF: due grossi problemi (soprattutto il primo).

Se vogliamo limitarci alle cronache sportive, il Valencia potrà operare sul mercato solo se appianerà la situazione debitoria entro il 30 giugno.

Lo vorrebbe fare con Rodrigo, per il quale chiede la improbabile cifra di 70 milioni.

Gli acquisti per ora, di seconda fascia, o meglio dalla Liga 2: Manu Vallejo , ala del Cadice (22 anni) per 5,5 milioni, Jorge Saenz, difensore centrale del Tenerife, anche lui 22enne, per due milioni e, a titolo gratuito, il terzino sinistro Salva Ruiz (24) del Maiorca.

Si monitora Ayoze Perez del Newcastle.

Tutti acquisti resi possibili dal riscatto di Zaza da parte del Torino per dodici milioni.

Siviglia

Fuori dall’Europa che conta, si ritroverà nel suo habitat naturale in Europa League.

L’acquisto più importante è l’allenatore, Lopetegui, concomitante con i primi rinforzi:

Diego Carlos, roccioso difensore centrale, messosi in luce col Nantes nelle ultime stagioni, arrivato per quindici milioni. Ma anche (da gennaio) il difensore centrale austriaco Wober dell’Ajax, per dieci milioni e mezzo.

In attacco Dabbur, bomber israeliano del Salisburgo, arrivato al posto di Andrè Silva, (stagione deludente con un fuoco di paglia iniziale), che è tornato dal prestito al Milan. Stessa sorte di Rog e Gonalons, tornati a Napoli e Roma.

In partenza Ben Yedder e Sarabia.

Il mercato delle altre

Getafe – La sorpresa della Liga, squadra quadrata e arcigna, a un passo dalla clamorosa qualificazione Champions, sfumata nel finale, ma in Europa Legue, ancora ferma sul mercato (resiste alle numerose richieste per Djene Dakonam, così come il Bilbao (ai preliminari di EL), che ha rinnovato per una stagione a 38 anni il contratto del bomber Aduriz.

Espanyol – Il nuovo allenatore Gallego (mister dell’Espanyol B), che sostituisce Rubi (neo allenatore del Betis) dovrà resistere agli assalti per Hermoso, il difensore centrale già opzionato dal Real (che i Blancos lascerebbero un anno all’Espanyol, evitandone la cessione all’Atletico Madrid. Inoltre ha ceduto a titolo definitivo il terzino Aaaron Martin al Mainz per 6 milioni e non ha rinnovato il contratto al 30enne Duarte (svincolato).

Real Sociedad – Preso il difensore centrale Sagnan del Lens per 4,5 milioni e perso il terzino Theo Hernandez, tornato al Real Madrid dal prestito annuale.

Alaves – Un nuovo attaccante, un ritorno importante: il bomber Lucas  Perez, che era in prestito al West Ham (solo 6 reti, 3 in Premier per il 30enne attaccante), prelevato per soli 2,5 milioni. C’è Calleri in uscita.

L’Eibar ha preso il difensore centrale del Las Palmas , Bigas (29) per 3 milioni e ha per ora riscattato per 2 milioni il terzino Cucurella dal Barcellona, ma i blaugrana potrebbero esercitare la “recompra” entro il 30 giugno. Ceduto, invece, Hervias (26), ala destra al Valladolid di Ronaldo (il fenomeno).

Il Leganes ha preso dallo Sporting Lisbona il terzino sinistro Jonhatan Silva (25) per 3 milioni e la punta centrale Munoz (23) dell’Alcoron per 1,5 milioni (13 reti in questa stagione in Liga 2). Alla voce cessioni il trequartista Vico (riscattato dal Granada, dove era in prestito) e l’ala El Zhar, a fine contratto all’Al Ahli.

Il Betis Siviglia del neo allenatore Rubi ha riscattato per 22 milioni LoCelso dal Psg e ha fissato un prezzo altissimo per chi lo volesse prendere, 80-90 milioni.

Il Villareal ha intascato 15 milioni per i riscatti di Sansone e Soriano dal Bologna.

Ferme al palo le altre, ma siamo appena agli inizi.