RUBRICA #LBDV – Accadde oggi, il Milan asfalta il Barça e vince la Champions

Condividi

18 maggio 1994 – Allo Stadio Olimpico Luois di Atene, il Milan di Fabio Capello annichilisce il Barcellona con un sonoro 4-0 e si aggiudica la Coppa dei Campioni più gloriosa della sua storia. Vuoi per la caratura dell’avversario, vuoi per la qualità tecnico-tattica espressa in quella notte, il sigillo rossonero nella finalissima di Champions rappresentò il punto più alto della gestione Berlusconi. Quella finale del 1994 sembrava una guerra tra due mondi: da una parte una squadra di invincibili, diretta magistralmente Capello, e dall’altra la squadra dei sogni allenata da Cruyff, profeta olandese. L’allenatore del Barça, alla vigilia del match, si fece immortalare mentre baciava una riproduzione della Coppa, contribuendo ad aumentare l’appetito di Massaro e company. Il Milan annichili il proprio avversario con una prestazione impeccabile. L’avanguardia calcistica, in quel periodo storico, era del Milan: un laboratorio tattico che venne preso come modello da tutte le scuole calcistiche europee. Un gruppo di giocatori perfetto, senza lacune, senza punti deboli e con un carisma immenso. Una squadra costruita per vincere tutto da una società seria ed organizzata . Una società che ancora rimpiangono i tifosi rossoneri. Una società lontana parete di quella attuale.