RUBRICA #LBDV – Accadde oggi, la macchina del tempo del Conte Vlad

Condividi

Oggi 18 Aprile, tutti i tifosi del Napoli sono in trepidante attesa, al San Paolo, questa sera, può essere una di quelle notti da raccontare ai propri nipoti, una di quelle notti che tra qualche anno rivivremo proprio qui, attraverso la macchina del tempo del Conte Vlad. Intanto tuffiamoci nel passato e godiamoci il viaggio:

18 Aprile 1987 – Giornata storica per il rugby italiano. A Cardiff, Stefano Bettarello scende in campo con la maglia dei Barbarians. È la prima volta nella storia che un rugbista italiano viene invitato a giocare nelle file del prestigioso club inglese.

18 Aprile 1990Il calcio italiano stabilisce un record, migliorando quello realizzato un anno prima: portare 4 rappresentanti in finale nelle tre coppe europee. In Coppa dei Campioni il Milan concede il bis, strappando il pass per Vienna eliminando ai tempi supplementari il Bayern Monaco. In Coppa delle Coppe anche la Sampdoria ripete l’exploit di un anno prima, assicurandosi un biglietto per la finale di Goteborg. I blucerchiati eliminano in semifinale il Monaco. In Coppa Uefa addirittura sono due le italiane ad andare in finale: la Juventus ha la meglio del Colonia e la Fiorentina di un’altra squadra tedesca, il Werder Brema. Erano gli anni 90 erano gli anni in cui il calcio italiano era invidiato e dominava l’Europa. Tempi lontani.

18 Aprile 1990 – Nasce a Camposampiero il nuotatore Luca Dotto, specializzato nelle distanze brevi dello stile libero. Dal 2010 gareggia per il Gruppo Sportivo del Corpo Forestale dello Stato. L’anno dopo ai Mondiali di Shangai, vince la medaglia d’argento sui 50 metri. Quattro anni dopo, nell’edizione in Kazan, partecipa alla conquista del bronzo nella stafetta 4x100m stile libero. Nel dicembre 2017 gli Europei in vasca corta di Copenaghen, conquista l’oro nella stessa gara con il tempo di 46″11. Nei Campionati europei di Glasgow 2018 partecipa al secondo posto della 4×100 m sl italiana.

Il viaggio termina qui, adesso il riposo prima della battaglia. Gli azzurri contro i Gunners, in una serata che può diventare epica. A domani.